Warning: A non-numeric value encountered in /homepages/6/d725556067/htdocs/clickandbuilds/MetamorfosiDesign/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837

La  fortuna di possedere un angolo di verde o piccolo terrazzo per

connetterci con madre natura, è diventato oggi un tema molto sentito,

tanto da essere considerato quasi cultura.


L’oriente è sicuramente d’ispirazione per noi occidentali in fatto di

giardini.


Gli antichi maestri, sottolineavano l’importanza di riprodurre nei giardini,

la natura rappresentandola nei suoi vari aspetti.


Quanto più amiamo la natura, tanto più vorremmo circondarci di fiori e

piante.


I giardini Feng Shui dovrebbero essere progettati in modo da essere in

perfetta armonia e simbiosi con l’uomo.


Il Qi deve confluire liberamente e agevolmente.


Nel giardino non devono mancare rocce, vialetti, acqua, il profumo e i

colori di fiori e piante, possono rafforzare e incanalare  Il Qi.


Da queste osservazioni possiamo dedurre che il giardino Feng Shui

non ha niente a che vedere con i “nostri” spazi verdi, il più delle volte

monotoni, ripetitivi e spesso improvvisati.


Ogni pianta, fiore, roccia o viale deve essere progettato secondo il

principio di armonia ed equilibrio, il drago, la fenice, sono gli animali che

giocano un ruolo decisivo nei giardini orientali, poi vengono tigre,

tartaruga e serpente. Ognuno di essi è collegato agli elementi acqua,

fuoco, terra, legno, metallo.

 
Ogni pianta o elemento vegetale sono secondo il Feng Shui elementi

vivi, ognuno con un potenziale energetico differente, possiamo quindi

utilizzarle/i per valorizzare aspetti e qualità, ma anche come rimedio/

riequilibrio degli elementi.


Alcuni esempi: Fertilità, albicocco, ciliegio e melograno; bellezza, rosa,

e glicine; ricchezza, peonia; longevità, pino, pero.

Contattami su WhatsApp!